📅 19 Agosto 2022
🖊
Blocco AAMS DNS
Blocco AAMS DNS

Molte persone non sanno cosa sia e come funzioni il blocco AAMS sui DNS. In molti paesi, tra cui il nostro, il gioco è ben regolamentato. Normare questo particolare settore economico e sociale ha lo scopo di perseguire due obiettivi. Il primo è quello di proteggere le persone da eventuali problemi, truffe o raggiri in cui potrebbero incappare. Il secondo quello di incassare denaro per le autorizzazioni e creare un settore economico per il paese. 

Tuttavia, viviamo in un mondo connesso dove delle norme imposte a livello locale e relative a un territorio fisico si possono facilmente aggirare. Il tutto senza violare alcuna legge. Molti sono coloro che sono ancora fermamente convinti che giocare su un casinò non AAMS sia illegale. 

Neanche il Decreto Dignità del 2018 ha chiarito la questione e non riporta alcuna norma specifica per vietare (o regolamentare) il gioco su piattaforme estere. Mancando una norma ad hoc l’unica legge a cui si potrebbe far riferimento è la 401/1989. Questa, nell’ articolo 4, vieterebbe la partecipazioni a giochi non organizzati dallo Stato o dai suoi concessionari autorizzati. Tutto vero se solo il gioco fosse davvero sul territorio italiano.

Tuttavia, aprire un conto, depositare, giocare e, possibilmente, vincere su un casinò o bookmaker non AAMS sono azioni che si compiono all’estero. Il fatto di essere fisicamente collegati dall’Italia ha poca valenza in quanto i server dove risiedono i giochi sono ben fuori dai confini nazionali. Come non è vietato per un italiano recarsi fisicamente in un casinò oltre confine questo vale anche in via telematica. 

Il blocco AAMS sui DNS: come funziona tecnicamente

La risposta più efficace dello stato italiano nel combattere il dilagare dei casinò esteri è quella del blocco AAMS sui DNS.  Senza scendere in particolari tecnici cerchiamo di concentrarci sulla soluzione che non sul problema stesso.

L’ADM – AAMS applica continuamente nuovi blocchi alle piattaforme estere che accettano giocatori italiani. È sempre bene ricordare che questo siti di gioco, salvo alcuni casi eclatanti, sono in genere siti dotati di licenza estera. Non si sta parlando di siti del tutto fuori legge. È quindi chiaro che l’intento di questo blocchi è principalmente quello di preservare il monopolio sul settore economico. Peccato che l’effetto ottenuto sembra essere più quello di arginare il mare armati di paletta e secchiello.

Il blocco AAMS sui DNS impedisce a qualsiasi pc che si collega dall’Italia di visualizzare il sito che si vorrebbe raggiungere. In genere compare una apposita schermata abbastanza minacciosa, quanto inutile, che avvisa l’utente sull’irraggiungibilità del sito. Nel caso dovesse capitare, e si vuole comunque arrivare al sito in oggetto, non c’è da scoraggiarsi o spaventarsi. I metodi ci sono.

Aggirare il blocco AAMS sui DNS

Il mondo è connesso e ci sarà sempre qualche soluzione per aggirare un impedimento che di fatto si basa su una concezione fisica e territoriale. Il blocco AAMS sui DNS, infatti, colpisce non l’utente ma la sua posizione. Meglio ancora la posizione del dispositivo che utilizza per connettersi. Questo dato geografico è principalmente determinato dal numero IP. 

Questo numero viene assegnato automaticamente al computer o allo smartphone appena di collega in rete. Sarebbe meglio dire viene assegnato al modem che si utilizza per la connessione ma questo poco cambia nei fatti. Ecco un paio di idee per saltare, senza troppa fatica, il blocco DNS sui bookmaker e casinò esteri.

Installare una VPN

Il metodo più semplice per aggirare un blocco DNS è quello di cambiare il proprio indirizzo IP. Questa operazione non richiede nessuna conoscenza informatica particolare e il tutto si fa installando un apposito programma. LE VPN, Virtual Private Network, sono infatti proprio usate per cambiare il proprio indirizzo IP.

Sono programmi che si installano direttamente sul pc o sullo smartphone. Questi sono in grado di cambiare l’IP, permettendo la scelta del paese che si vuole far comparire come origine del collegamento. Esistono sia VPN gratuite che a pagamento, nel peggiore dei casi bastano pochi dollari al mese per averne più che affidabile. 

La differenza è nel numero di paesi a disposizione dai quali far figurare il collegamento, e nella velocità di navigazione. Purtroppo, il difetto delle VPN è che tendono a rallentare la navigazione.

Utilizzare un mirror

Una soluzione molto utilizzata è quella del mirror ovvero il sito specchio. Questo rimedio viene messo in piedi dai gestori della piattaforma di gioco stessa quando subiscono uno di questi blocchi. Per non perdere i giocatori e dargli la possibilità di continuare a usare il sito ne realizzano un altro. 

O meglio spostano il sito originario su un dominio dal nome simile al precedente dove è possibile continuare a utilizzare l’account. Per questo motivo spesso ci sono siti dove il nome del casinò è seguito da un numero oppure lo stesso nome ma con un dominio diverso. Per esempio, il .com viene cambiato in .bet o in qualche altra maniera. 

Il blocco AAMS sui DNS, infatti, colpisce solo il sito originario. Per esempio, un sito colpito dal provvedimento e raggiungibile a www.casinopaperino.com può diventare www.casinopaperino1.com oppure www.casinopaperino.bet. Per trovare l’indirizzo aggiornato di un casinò o bookmaker di proprio interesse sottoposto a blocco AAMS basta controllare i siti che segnalano questi cambi.

Differenza tra autoesclusione AAMS e blocco DNS

Molti confondono questo provvedimenti che in realtà sono profondamente diversi tra loro. L’autoesclusione AAMS è attiva solo sul giocatore e valida solo sui casinò e bookmaker con licenza italiana. Questo tipo di limite viene posto per preservare il singolo giocatore da problemi di ludopatia.

Il blocco AAMS sui DNS invece viene attivato dalle autorità italiane nella speranza di fermare un operatore che sta acquisendo troppi clienti in Italia. Come accennato, esclusi i casi di operatori sprovvisti di alcuna autorizzazione, spesso il blocco DNS è applicato arbitrariamente e volto solo alla protezione del monopolio. 

Qualche pensiero finale

Nonostante la legge italiana abbia da tempo regolamentato il settore del gioco online rimangono aree grigie. Al momento nessuna norma italiana impedisce esplicitamente di giocare su un casinò online dotato di licenze di altri paesi. È evidente che anche l’ADM AAMS stessa sa che non può fermare il fenomeno e contemporaneamente non ha certo i mezzi per perseguire chi usa queste piattaforme. 

Nell’attesa di un adeguamento della legge tanto vale armarsi di una buona VPN nel caso si voglia utilizzare un bookmaker o casinò con autorizzazioni estere.